Le parole del Card. Bassetti

Scuola: in Italia manca una vera parità

“Manca in Italia quella vera parità che altri Paesi riescono a garantire tra scuole statali e non statali”. È la denuncia del card. Gualtiero Bassetti che  ha fotografato “la grave crisi in cui le scuole cattoliche si trovano attualmente” intervenendo al seminario “Autonomia, parità e libertà di scelta educativa in Italia e in Europa” organizzato dall’Unione Superiore Maggiori d’Italia e dalla Conferenza Italiana dei Superiori Maggiori con il patrocinio del Senato della Repubblica e dell’Ufficio per l’educazione, la scuola e l’università della Cei.
L’Italia, ha sottolineato il cardinale, “si distingue negativamente in un contesto invece aperto ed attento al contributo dei soggetti non statali alla fornitura del servizio scolastico, cui sono assicurati regolari finanziamenti per coprire almeno buona parte dei costi di esercizio”. E questo, ha aggiunto, “in nome di quel principio di sussidiarietà che oggi è affermato anche nella Costituzione italiana ma non ancora pienamente attuato”.
Evidenziando che “negli ultimi dieci anni, infatti, sono scomparse circa 1.000 scuole cattoliche, su un totale di quasi 9.000, e si sono persi più di 160.000 alunni”, il presidente della Cei ha ricordato che “la finalità di una scuola cattolica non è solo quella di assicurare un generico servizio scolastico, ma quella di offrire un valore aggiunto al percorso educativo dei suoi allievi mediante l’ispirazione evangelica che deve permeare tutte le attività scolastiche”. Un’ispirazione, ha chiarito, che “non contraddice la laicità della scuola”.

Guarda il servizio di Tv2000