Webinar: IRC e questioni normative

Irc e questioni normative

Già qualche anno fa Papa Francesco aveva offerto una visione lucida e profetica del tempo che siamo chiamati a vivere: «Quella che stiamo vivendo non è semplicemente un’epoca di cambiamenti, ma è un cambiamento di epoca. […] L’atteggiamento sano è […] quello di lasciarsi interrogare dalle sfide del tempo presente e di coglierle con le virtù del discernimento, della parresia e della hypomoné». Noi cristiani dobbiamo pertanto essere pronti e preparati a cogliere le sfide del nostro tempo, per saperle vivere, senza subirle, in dialogo con la società e il contesto contemporaneo, testimoniando il Vangelo.

Per esercitare un adeguato discernimento, parresia e hypomoné (pazienza, fermezza, perseveranza) occorre anche conoscere le strutture sociali, politiche, lavorative del nostro tempo, affinché con cognizione di causa ci sia possibile mettere a frutto i nostri carismi, rispettare il nostro compito, esercitando ciascuno il proprio “ministero”. Quello dell’insegnante di religione – come ogni altro tipo di insegnamento – può essere considerato a pieno titolo un ministero, un “servizio” da prestare alla società non soltanto in quanto cristiani, ma in modo cristiano. L’IRC oggi non può infatti configurarsi che come un insegnamento “cristianamente laico”, ovvero rispettoso delle differenti scelte religiose ed etiche, capace di riconoscere e promuovere il bene ovunque sorga, ma nello stesso tempo schietto nell’offerta di una visione cristiana.

L’Insegnamento di Religione Cattolica (e il mondo dell’istruzione in generale) necessita oggi – al pari di altri campi dell’azione dei cristiani nel contesto civile – una particolare cura nella formazione permanente e nella sensibilizzazione su questioni che sorgono sempre nuove e che richiedono di essere interpretate e adeguatamente affrontate. C’è ancora bisogno di IRC, ma per la sfida che ci attende non possiamo accontentarci delle posizioni acquisite, è necessario bensì che sia aggiornato e reinterpretato il senso dell’IRC nel contesto scolastico e civile attuale.

Fra gli ambiti a cui prestare cura certamente quello normativo e del dialogo con le istituzioni scolastiche è importantissimo, dal momento che da queste dipendono anche l’IRC, il rapporto i docenti di altre discipline e soprattutto alcuni aspetti non marginali del rapporto formativo con gli studenti. Le strutture cambiano, anche il rapporto con esse necessita pertanto di un adeguato aggiornamento. A questo proposito, l’Ufficio Pastorale della Scuola e dell’Università della Diocesi offre agli insegnanti di Religione un momento di formazione online specifica per gli insegnanti di religione cattolica (IdR), tenuto dal prof. Giovanni Ghidinelli, responsabile per l’IRC della diocesi di Brescia, si discuterà sul tema IRC e questioni normative, il 22 novembre p.v., alle ore 18.00.

 

prof. Girolamo Pugliesi